Alla fin fine il formato pdf non è poi così cattivo. È sì rigido (quindi per alcuni versi molto meglio per quando si deve condividere qualcosa), ma è pur possibile lavorarci sopra. Basta solo sapere quali strumenti utilizzare.

A dire il vero soprattutto su piattaforme GNU/Linux la sfida si fa semplice. Ad esempio libreoffice può salvare i propri file in questo formato, ma anche tramite LaTex è possibile ottenere risultati davvero professionali. Ed infine c'è una miriade di utility che rispondono ad ogni necessità.

Elaborazione dei PDF

Lista di tools essenziali:

Da citare, siccome interessante seppure ad oggi ancora in fase di sviluppo, il progetto gnupdf.

Scripts4kids

Ecco qualche esempio...

convertire tutti i file di una directory in PDFA (PDF-A):

   1 ls | grep -i .pdf$ | while read ii
   2   do gs -dPDFA -dNOOUTERSAVE -dUseCIEColor -sProcessColorModel=DeviceCMYK -sDEVICE=pdfwrite -o "${ii}a.pdf" -dPDFACompatibilityPolicy=1 "$ii"
   3   done
togliere le protezioni (decryptare)

   1 qpdf --password=pass --decrypt input.pdf output.pdf

Modifica contenuto PDF

A livello di codice

In questo caso possiamo lavorare con la shell del sistema ricorrendo all'utility che preferiamo (ad esempio sed). Il processo consiste in:

  1. decomprimere il pdf
  2. sostituire il tag che desideriamo
  3. ricomprimere il pdf

In breve1:

   1 pdftk myfile.pdf output uncompressed.pdf uncompress
   2 
   3 sed -e "s/ORIGINALSTRING/NEWSTRING/g" <uncompressed.pdf >modified.pdf
   4 
   5 pdftk modified.pdf output recompressed.pdf compress

Note: Non sempre funziona a causa di font subsetting.

Note

  1. fonte: stackoverflow (1)

MyWiki: PDF (last edited 2015-02-25 22:20:38 by risca)